“Facevo a pezzi gli animali. Ora li difendo”

14532298.jpg

Tom Regan, massimo filosofo per i diritti degli animali, non solo era un carnivoro, ma un tempo non tanto lontano ha anche lavorato come macellaio.

200px-TomRegan2--140x180.jpg “Ho fatto a pezzi animali – ha detto più volte –  ho tagliato a fette la loro carne fredda perché questo era un desiderio crudele che avevo in me. So bene cosa vuol dire trattare gli animali come fossero blocchi di legno. Ma nel tempo mi sono reso conto che questo era un grande errore”.

“Un passo alla volta, ho cominciato a interessarmi a quello che accadeva agli animali. Ed è stato un po’ come mettere una pentola di acqua sul fuoco: piano piano ho cominciato ha bollire. Fino a che un giorno mi sono svegliato e mi sono scoperto un difensore dei diritti degli animali. Questo è il mio percorso e dico che se ci sono arrivato io possono arrivarci tutti».

Gabbie.jpgIn circa 40 anni di lavoro Regan ha scritto migliaia di pagine sui diritti degli animali. Ma nel mondo è conosciuto soprattutto per quelle “Gabbie vuote“, edito in Italia da Sonda e rivolto a un pubblico che lui definisce “generico”.

In effetti, Gabbie vuote è un vero e proprio manuale di reclutamento dei sostenitori dei diritti animali e di futuri vegetariani: pagine scritte con la speranza che i difensori dei diritti degli animali lo regalassero ad amici, parenti, colleghi così che potessero capire le ragioni del movimento.


Dopo aver letto Gabbie vuote, non si è più come prima.
Si guarda agli animali con occhio diverso. Piano piano ci si convince dell’impossibilità, prima di tutto etica, di essere carnivori.

Dopo la lectio magistralis della scorsa settimana al Festival Filosofia di Modena, imperdibile è l’appuntamento di martedì 20 settembre a Venezia: Tom Regan riceverà dal Comune un riconoscimento per il suo fondamentale contributo per la pace tra tutti i viventi.

L’appuntamento è per le 17,30 in Sala Giunta a Cà Farsetti. Ci saranno anche Gianfranco Bettin, Assessore all’Ambiente del Comune di Venezia, e Gianluca Felicetti, Presidente LAV

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...