Capodanno senza botti (speriamo)

cane-spaventato-per-botti-capodanno.jpg

Quest’anno alcuni comuni come Venezia, Firenze, Bari, Torino e Milano, hanno vietato con proprie ordinanze i botti di fine anno.

Fra grandi e piccoli sono quasi un migliaio le amministrazioni pubbliche che hanno fatto questa scelta

capodanno_botti318x400.jpg

Un gesto di civiltà per l’incolumità pubblica e per proteggere migliaia di animali, domestici e selvatici.

In tutte quelle città dove il Comune non è ancora intervenuto, la  LAC, Lega per l’abolizione della caccia, sezione del Veneto, invita i cittadini che amano gli animali, domestici e selvatici, a non utilizzare i botti per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

Lo scoppio dei fuochi artificiali in piena notte, spiega l’europarlamentare Andrea Zanoni che della Lac veneta è il presidente, causa agli animali danni inimmaginabili.

Agli uccelli un botto causa uno spavento tale da indurli a fuggire dai dormitori (alberi, siepi e tetti delle case), volando al buio alla cieca anche per chilometri. Andando a morire sfracellati addosso a qualche muro, albero o cavi elettrici.

Quelli che riescono ad atterrare o a posarsi in qualche albero spesso muoiono assiderati a causa delle rigide temperature invernali e alla mancanza di un riparo.

Nei gatti, e soprattutto nei cani, un botto crea forte stress e spavento tanto da farli a fuggire dai propri giardini e recinti, per scappare dal rumore a loro insopportabile, finendo spesso vittime del traffico o di ostacoli non visibili al buio.

Negli animali degli allevamenti, mucche, cavalli e conigli, le conseguenze delle esplosioni possono provocare nelle femmine gravide addirittura l’aborto da trauma da spavento.

botti_no.jpg

Cani, gatti e piccoli animali domestici si spaventano quasi a morte per i botti della notte di San Silvestro anche perché il loro udito è infinitamente più sviluppato e sensibile di quello umano.

L’uomo ha un udito con una percezione compresa tra le frequenze a infrasuoni, intorno ai 15 hertz, e quelle a ultrasuoni, sopra i 15.000 hertz.

Il cane invece arriva fino a circa 60.000 hertz mentre il gatto fino a 70.000 hertz.

Botti_lav.jpg

Se avete gatti,meglio sistemarli in un posto della casa tranquillo chiudendo le finestre in modo che anche i bagliori, oltre ai rumori, siano diminuiti.

Con i cani meglio comportarsi in modo normale, senza cercare di rassicurare e accarezzarlo: se il cane vede che il proprietario non si agita, si sentirà più tranquillo.

Non utilizzare i botti, dicono alla Lac, sarà un segno di civiltà e sensibilità anche nei confronti di tutti gli operatori, in particolar modo i Vigili del Fuoco, che il primo dell’anno devono intervenire per interventi di soccorso di animali rifugiatisi in ogni posto.-

Contro i botti c’è anche una petizione online. Firmiamola.

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...