Teo, Tommy, Taddeo, Giulia, Ettore, Mario e Ombretta…

cana_sorga.jpg

Ricordate nel marzo 2011 il sequestro del canile abusivo di Sorgà in provincia di Verona? I suoi poveri cani? L’impegno della Lav locale?

E’ di qualche giorno fa la notizia che il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Verona ha emesso un decreto penale di condanna nei confronti del titolare del canile abusivo.

34347_pina.jpg

E’ stato ritenuto colpevole di aver sottoposto 32 cani di varie razze “a comportamenti insopportabili per le loro caratteristiche etologiche, alcuni rinchiudendoli in box chiusi senza la possibilità di accesso all?esterno, altri in recinti aperti senza riparo dagli agenti atmosferici avversi, altri ancora legandoli a catena fissa di lunghezza inferiore a due metri, e comunque tenendoli tutti in spazi non adeguatamente puliti”.

L’uomo è stato condannato al pagamento di una multa di 10.000 euro.

Tutto era partito da una denuncia della LAV di Verona. Il Corpo Forestale dello Stato aveva trovato i cani nel degrado e nell’incuria più totali.

Per la maggior parte cani da caccia, alcuni giovanissimi e altri, invece, anziani, gli animali erano tenuti a catena o chiusi in spazi talmente piccoli da non avere la possibilità di compiere movimenti naturali, nutriti solo con qualche tozzo di pane e con una ciotola d’acqua sporca per bere.

Tra reti per materassi e ferri arrugginiti, nella trascuratezza più totale, una coppia di pastori maremmani era addirittura reclusa in una sorta di gabbia che non aveva neppure una porta. Il cibo veniva lanciato loro dall’alto.

mario.JPG

Ma per alcuni cani la situazione era ancora più drammatica: imprigionate in un rimorchio da auto, senza neppure vedere la luce del sole, c’erano alcune femmine, tenute lì perché in calore e dunque considerate problematiche.

“Siamo soddisfatti per l’esito positivo di questa drammatica vicenda – dice oggi Ilaria Innocenti responsabile nazionale del Settore Cani e Gatti LAV – ed esprimiamo il più sentito ringraziamento al Corpo Forestale dello Stato di Verona che grazie al tempestivo intervento ha sottratto gli animali a una grave situazione di maltrattamento e incuria”.

ombretta.JPG

26 cani su 32 sono già stati affidati a famiglie“:Tutti e trentadue sono stati accuditi e riportati ad un rapporto con l’uomo basato sull’affetto e sulla fiducia, spiega Lorenza Zanaboni della Lav veronese.

Oggi rimangono ancora con la Lav ancora Teo, Tommy, Taddeo, Giulia, Ettore, Mario e Ombretta: per loro un nuovo appello all’adozione.Chiamate o scrivete alla Lav se volete aiutarli: 339/1108543 – lav.verona@lav.it).

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...