Le aragoste soffrono: lo sapevamo

L’ultima volta fu molti molti anni fa. Non ricordo più quando.

Era un astice, non un’aragosta. Quello con gli occhi azzurri che quando ce l’hai di fronte, sott’acqua, ti guarda stupito e incredulo.

Era grosso come un gatto. Valeva un botto sul banchetto della pescheria di Rialto.

Perché ancora si muoveva, ancora non era morto, ancora soffriva.

Quando finì nell’acqua bollente della pentola, provammo un orrore e una sensazione terribile.

Capimmo all’istante che stavamo uccidendo una creatura senziente. Me ne pentirò fino alla fine dei miei giorni.

Ora arriva con gran rumore mediatico (va bene, va bene)  la “scoperta”  pubblicata sul Journal of Experimental Biology che  dimostra che, proprio come i mammiferi, i crostacei possono provare ed esprimere un’autentica sofferenza. Lo stesso succede a gamberi e paguri. E chiaramente anche alle nostre moeche.

Ecco qui il testo della ricerca.

L’esperimento, si racconta, è stato condotto su decine di granchi comuni che, sottoposti ad una piccola scossa elettrica, hanno cercato di evitare la seconda nascondendosi.

Per gli autori della ricerca è un comportamento che smentisce decisamente quanto si è creduto finora, ossia che i crostacei non provassero dolore.

I ricercatori sono convinti che la loro scoperta non potrà non avere conseguenze sul modo in cui aziende alimentari e chef trattano granchi, gamberi e aragoste.

Spererei qualche riflessione anche da parte consumatori. Perché, come abbiamo già scritto su questo blog, non solo aragoste e granchi: tutti i pesci soffrono.

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...