Il rinoceronte Clara e il Carnevale

Quando si tratta di animali, a Cristina Romieri, associazione Vegetariani, e a Luigi Bello della Dingo, non sfugge nulla.

Almeno a Venezia dovrebbero saperlo e non fare passi falsi.

Invece, ecco qui che per annunciare il Carnevale si utilizza la riproduzione fumettistica del celebre quadro di Pietro Longhi del 1751,“La mostra del rinoceronte”, in ricordo della penosa esposizione in laguna appunto di un rinoceronte.

L’animale è senza il corno e accanto ha un domatore con in mano corno e frusta. Attorno maschere festanti.

Il manifesto incriminato

Il manifesto incriminato

“In questi tempi di accresciuta sensibilità e rispetto verso gli animali, di partecipate mobilitazioni e precise scelte capaci di lasciare importanti tracce nel cammino verso un mondo più giusto e meno violento“, dice Romieri, “ci indigna e ci stupisce che uno dei manifesti ufficiali del Carnevale di Venezia di quest’anno sia questa riproduzione”.

Il quadro di Pietro Longhi

Il quadro di Pietro Longhi

“Oltre ad essere irrispettoso per questo e per gli altri animali e per quanti lottano con grande coraggio e fatica per la sua salvezza  , la raffigurazione è alquanto diseducativa anche per i bambini, inglobando in sé violenza, dominazione, indifferenza e scherno”.

Romieri e Bello chiedono agli organizzatori di sostituire il manifesto.

Perché il Carnevale dei colori – i colori del Carnevale, delle sfumature, delle differenze da riconoscere e rispettare, dell’arcobaleno dei popoli, non può macchiarsi di rosso sangue”.

Quel rinoceronte che si mangia beato il fieno, ha un nome e una storia. 

Racconta la studiosa inglese Glynis Ridley, in Clara’s Grand Tour. Travels with a Rhinoceros in Eighteenth-Century Europe (Atlantic Books, 2005) che si chiamava Clara e che arrivò a Venezia proprio per il Carnevale del 1751.

Clara era un rinoceronte indiano originario di Assam. Venne adottata quando aveva pochi mesi da Jan Albert Sichterman dopo aver perso la madre, uccisa dai cacciatori.

L’uomo la considerava un animale domestico a tutti gli effetti e così l’ha cresciuta.

Da piccola Clara girava per casa, annusava i mobili, mangiava dal piatto del padrone e probabilmente viveva serena.

Jimmy

Jimmy

Sicuramente la protagonista del quadro di Longhi aveva sviluppato una certa fiducia nei confronti degli animali-umani. Proprio come quel Jimmy di cui Danilo Mainardi ha raccontato la bella storia sul Corriere.

Ma quando crebbe (l’unico animale più grosso del rinoceronte è l’elefante) Sichetermann decise di venderla.

Passò quindi nelle mani di un marinaio olandese, Douwemont van der Meer, che decise di portarla in Europa.

Vista la curiosità che nel vecchio continente si nutriva per gli animali esotici – collezionarli era un must per i potenti di allora – il furbo capitano capì presto che la docile Clara avrebbe potuto fruttargli un bel gruzzolo.

Fu così che dal  1741 al 1758 van der Meer e Clara viaggiarono senza sosta per tutta Europa.

Ritratto di Clara a Parigi, di Jean-Baptiste Oudry

Ritratto di Clara a Parigi, di Jean-Baptiste Oudry

Da Breslavia a Parigi, da Berlino a Napoli, da Vienna a Lione e a Venezia e perfino con breve tappa a Milano e Bologna.

Il tour finì a Londra, dove Clara morì, ben stressata da 17 anni di tournée . Aveva 20 anni. In media avrebbe potuto viverne 50.

Oggi il rinoceronte è un animale in pericolo.

Fino a non molti decenni fa si cacciava giusto per divertirsi nei safari di caccia grossa (vi furono cacciatori che uccisero oltre 1000 esemplari).

Poi  prevalse il bracconaggio per motivi economici, il cui scopo principale è impadronirsi del corno, utilizzato dagli arabi per fare impugnature di pugnali pregiati e dai cinesi nelle ricette di medicina tradizionale, che gli attribuisce doti da afrodisiaco.

Il bracconaggio ha provocato una strage di questi animali, che sono efficacemente protetti quasi esclusivamente in Sudafrica.

E’ il rinoceronte asiatico a essere più prossimo all’estinzione. Restano poco più di 2000 rinoceronti indiani, da 300 a 350 rinoceronti di Sumatra e una cinquantina di rinoceronti di Giava.

Tag: , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...